CODICE ETICO

codice etico

Centro Stampa Quotidiani S.p.A. nell’ambito delle sue attività e nella conduzione dei suoi affari assume come principi ispiratori il rispetto della legge e delle normative dei Paesi in cui opera in un quadro di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza e rispetto della dignità della persona.
La Società, inoltre, si propone di conciliare la ricerca della competitività sul mercato con il rispetto della correttezza professionale e di promuovere, in un’ottica di responsabilità sociale e di tutela ambientale, il corretto e responsabile utilizzo delle risorse.
Gli obiettivi di crescita della produzione e della quota di mercato, nonché di rafforzamento della capacità di creare valore, sono perseguiti assicurando alle strutture e ai processi aziendali, scelte gestionali assunte nel pieno rispetto della legalità, propedeutiche allo sviluppo di nuovi business, all’efficienza dei meccanismi di selezione e gestione degli affari, alla qualità dei sistemi di gestione e misurazione dei rischi.
I principi etici che saranno enunciati nel presente Codice Etico sono rilevanti ai fini della prevenzione dei reati ex D. Lgs. 231/2001 e costituiscono un elemento essenziale del sistema di controllo preventivo.

Per segnalazioni all’ODV (Organismo Di Vigilanza) di violazione o sospetto di violazioni al codice etico e al Modello organizzativo ex D. Lgs. 231/2001 invia una mail a odvcsq@pec.it oppure scrivi a Centro Stampa Quotidiani S.p.A., Via Dell’Industria 52 – 25030 Erbusco (BS) (in busta chiusa e all’attenzione dell’Organismo di Vigilanza).

Codice Etico

CSQ Spa nell’ambito delle sue attività e nella conduzione dei suoi affari assume come principi ispiratori il rispetto della legge e delle normative dei Paesi in cui opera in un quadro di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza e rispetto della dignità della persona.

Scarica il PDF

Codice Comportamentale Anticorruzione

Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto nel nostro ordinamento un sistema sanzionatorio che prefigura forme di responsabilità amministrativa degli enti per i Reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da Personale Apicale o da Personale sottoposto ad altrui direzione.

Scarica il PDF

Modello 231

Sulla scia di un processo avviato dall’Unione Europea1, con l’approvazione del Decreto legislativo n. 231 dell’8 giugno 2001, è stata introdotta anche in Italia la responsabilità amministrativa degli enti derivante dalla commissione di illeciti penali.

Scarica il PDF